I nostri vicini italiani sono nostri amici.

Dobbiamo così tanto agli italiani … non solo caffè e vino, ma soprattutto lo stile di vita italiano con la sua aperta allegria, il piacevole modo di vivere, la calda convivenza.

L’Italia è uno dei paesi Europei che è stato colpito molto precocemente e con particolare durezza dalla pandemia del Covid-19. Già nel febbraio 2020, a poche settimane dallo scoppio della pandemia, molte persone si trovavano ad affrontare una terribile emergenza. Nasce così l’iniziativa “To Italy with Love”, un progetto che sta a cuore al Dr. Hansjörg Künzel e ad Elke Menzel.

Cosa è successo negli ultimi mesi …

La nostra campagna di aiuti spontanei per l’Italia è nata nel febbraio 2020, proprio all’inizio della pandemia Covid-19. La base è stata, tra l’altro, la mancanza di sostegno da parte della politica tedesca ed europea dell’epoca. Il rapporto tra Italia e Germania aveva assunto, in quel momento, una notevole tensione, tale da minacciare l’interruzione di legami che erano stati sempre stretti e amichevoli.

Le aree di crisi italiane segnalavano un disperato bisogno di supporti medici quali mascherine respiratorie, guanti e disinfettanti. Sebbene il mercato globale di questi prodotti fosse quasi esaurito, siamo riusciti a trovare fornitori per i primi quantitativi “minori” di mascherine e di altri supporti medici. A questo punto, dobbiamo un ringraziamento speciale a questi sostenitori che ci sono stati vicini fin dall’inizio!

Già a marzo 2020 ci è stato possibile partire per la prima volta per l’Italia e consegnare le prime donazioni agli ospedali un totale di 6.000 maschere agli ospedali e alla protezione Civile di Perugia e Marsciano. A quel tempo l’Italia era completamente bloccata: è stato un viaggio davvero avventuroso fatto di permessi speciali e percorso con un gran batticuore!

Tra marzo e ottobre 2020 abbiamo compiuto 9 viaggi in Italia a bordo delle  nostre auto private e abbiamo donato un totale di oltre 120.000 mascherine e più di 100.000 guanti in lattice che allora venivano scambiati come l’oro, personalmente a varie istituzioni (ospedali, studi medici, protezione civile, strutture per anziani e disabili, ospizi, distribuzione di cibo, strutture sociali e un carcere), aziende selezionate (supermercati, farmacie) e persone bisognose.

Cosa hanno già potuto ottenere le tue donazioni …

Le nostre azioni hanno ricevuto grande gratitudine e abbiamo anche raggiunto risultati molto specifici. Il Dott. Paolo Groff, Direttore del Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Perugia, ha espresso il più grande apprezzamento: “Con il vostro aiuto, avete salvato vite umane!” È stato per noi qualcosa di sbalorditivo, che dà al nostro progetto il massimo significato possibile.

Alcuni dei suoi infermieri hanno dovuto accontentarsi di tute protettive autoprodotte, ciò ha portato a un rapido aumento di default osservato del personale e conseguenti colli di bottiglia nella cura dei pazienti. Secondo il Dr. Paolo Groff, i nostri strumenti di aiuto hanno apportato un notevole e significativo miglioramento che ha contribuito a ridurre il numero delle infezioni tra il personale infermieristico dell’ospedale e ha permesso la prosecuzione della cura dei pazienti con il personale a ranghi completi.

Dalla metà di giugno 2020, la fornitura di maschere ecc. alla popolazione italiana è gradualmente tornata alla normalità, ciò ci ha consentito di utilizzare gradualmente donazioni e contributi di beneficienza in natura per altri scopi quali l’utilizzo di sedie a rotelle e sollevatori da vasca urgentemente necessari per le case di riposo per anziani e  strutture per disabili.

Da ottobre 2020, il numero di infezioni ha purtroppo ripreso nuovamente ad aumentare in tutta Europa. Come nella prima ondata, risultano particolarmente colpite le regioni rurali in Italia, in quanto la maggior parte degli aiuti è destinata alle grandi città. Per questo motivo, stiamo ora concentrando sempre più il nostro lavoro sulla necessità locale di ausili medici quali mascherine respiratorie, guanti e disinfettanti.

Il nostro percorso per diventare un’associazione senza scopo di lucro:

Desideriamo ringraziare tutti i nostri donatori e sostenitori che hanno reso possibile l’inizio di questo progetto. Nel giro di pochi mesi, una campagna di donazioni spontanee ha portato a una missione comune e nell’ottobre 2020 abbiamo fondato l’associazione “To Italy with Love”! Nella fase successiva, tale associazione mira a diventare senza scopo di lucro. Ulteriori informazioni sui principi guida e sul lavoro di “To Italy with Love” saranno disponibili qui a breve.

A tutti voi che ora vi sentite coinvolti e volete anche sostenere i nostri vicini italiani diciamo: unitevi a noi !!

Un GRAZIE MILLE di cuore –
Hansjörg Künzel, Elke Menzel e tutto il Team „To Italy with Love“

Contatto:
Dr. Hansjörg Künzel
+49 (0)172 9705000
h.kuenzel@to-italy-with-love.com

Conto dell’initiativa “TO ITALY WITH LOVE”
IBAN: DE02501203830046127023
BIC: DELBDE33XXX

Impressioni

Donatori

Lisa Alric-Schnee
Andrew Bannon
Susanne Bayer
Tim Bechtl
Amir Borenstein
Jessica Bossert
Klaus Brecht
Dr. Uwe und Barbara Büchner
Jürgen Cornelius
Dr. Claudia Drews
Stefan Garstecki
Anke Gillner
Petra Hüttermann & Tom Heim
Christian John
Christine, Peter & Dr. Alexander Kappes
Pirjo, Laleh & Babak Kazemi
Alexandra Kolb
Dirk König
Peter Köwing
Monika Kreilinger
Agneta & Clemens Lansing
Linda Märkl
Dr. Carolin und Dr. Manuel Menzel

Axel & Susann Meise
Burim Morina
Thomas Nestler und Madelon Jord
Natasha Dr. Doslik & Uwe Neugebauer
Jorn Nikolay
Carina & Farid El-Nomany
Sonja Peters
Frank Pfeifer
Manuel Pfeiffer
Roland Pfeiffer
Michael Radermacher
Alexandra und Alex Reus
Rotary Club München Ost
Rotary Club Wien-Mozart
Dr. Norbert Schäfer
Joram & Nathalie Scher
Elke Schuldt
Felix Spanke
Nikola und Frieder Spieth
Peter Spieth
Michael Staudinger
Petra Tisch
Alexander Voelkel
Jasper Walther
Maike Lisa Weiss
Benjamin Wolf